A Natale sono tutti più buoni. O più infedeli? - Carpinvest
20270
post-template-default,single,single-post,postid-20270,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

A Natale sono tutti più buoni. O più infedeli?

tradimento-natale

A Natale sono tutti più buoni. O più infedeli?

Dicembre è il mese dei tradimenti: occhio alle sorprese natalizie.

Natale: il momento del calore della famiglia, della riscoperta dei valori, dello stare insieme. Rosso come il calore e l’amore, rosso come…il tradimento?!

Se nel sentire popolare è agosto il mese preferito dai fedifraghi, sembra invece che il periodo natalizio sia il più propizio per scappatelle, amanti & affini: complici le famigerate cene aziendali e qualche bicchierino di troppo.

Da una recente ricerca resa nota da The Mirror, 4 persone su 10 dichiarano essersi concesse, proprio in questo periodo, un flirt extra coniugale. Una media altissima, sostenuta dal fatto che i tradimenti a Natale crescono del 20% rispetto al resto dell’anno.

Le scuse più comuni non cambiano, ma vengono facilmente sostenute da un periodo eccezionale in termini di ferie e festeggiamenti: si va dal ritardo in ufficio per chiudere i conti annuali, ai già citati momenti conviviali come cene ed aperitivi aziendali, sino alla più paradossale: il ritardo giustificato dall’acquisto dei regali per l’amata/o. L’altra faccia dello shopping.

Le sorprese sotto l’albero, insomma, potrebbero non essere delle migliori. A Natale, regalatevi la verità: se pensate che il vostro partner si stia dedicando al fascino dei proibito, chiamateci. Sapremo togliervi ogni dubbio, in un senso o nell’altro.



RACCONTACI IL TUO CASO

RICHIEDI CONSULENZA GRATUITA





Ho letto e accetto la politica di privacy